07 luglio 2006

MEDIOEVO o RINASCIMENTO

Tra tanto parlare, in questo ultimo mese, su cose di palio e non, sono a chiederVi
In questo momento a Ferrara stiamo vivendo un periodo medioevale o rinascimentale?
A fronte di problematiche di lavoro, turismo, cultura e di convivenza con chi non è ferrarese, quale periodo stiamo vivendo?
E il "SISTEMA CONTRADA" in tutto questo come si colloca?

Riprendendo alcune righe del lungo articolo:
Dibattito, oggi all'Hermitage: ma il Museo ha un futuro?
Salvatore Settis
30/06/2006, La Repubblica

Ricordandoci che la verà, la grande «redditività» del patrimonio culturale non è nella sua commercializzazione, e nemmeno nel turismo e nell'indotto che esso genera, bensì in quel profondo senso di identificazione, di appartenenza, di cittadinanza, che stimola la creatività delle generazioni presenti e future con la presenza e la memoria del passato.

Su un tessuto monumentale, museale e paesaggistico di tanta varietà e ricchezza come il nostro è doveroso costruire un sistema di relazioni (a cominciare dalla ricerca sul campo e dalla necessaria, capillare informazione ai cittadini), che faccia risorgere nelle coscienze la consapevolezza della nostra storia e i valori simbolici ad essa collegati.

A voi.............

1 commento:

Lunatica Luna ha detto...

Medioevale e rinascimentale nel senso etimologico del termine? Questo intendi? Ovvero Medioevo come periodo buio e di decadimento e rinascimento come periodo di rinascita? O intendi il termine storico ? Forse ho letto in fretta ma non ho capito bene il senso della domanda ...